Lollollo Festival

Segue comunicato stampa.

ole e e e e e e

La M.U.O.R.I. DischiBrescia Molesta e il gruppo Hooligans’n’Roses sono lieti di presentarvi il LOLLOLLO FESTIVAL.

Dopo le varie esperienze dirette come spettatori e come co-organizzatori di vari festival nel panorama musicale bresciano e non, queste tre realtà con dei nomi un po’ curiosi (un’etichetta indipendente, un collettivo che sostiene la buona musica e un gruppo musicale), si sono rese conto che mancava un festival e un’iniziativa musicale che rappresentasse i loro gusti. E da qui nasce quello che è il loro slogan:

“Visto che il festival che vorremmo non c’è, ce lo facciamo da soli”

Il LOLLOLLO FESTIVAL vuole dare visibilità alla realtà musicale bresciana underground e contemporaneamente portare a Brescia gruppi che, oltre ad avere un contatto umano, vero e diretto con gli organizzatori, il pubblico delle nostre zone non ha occasione di vedere e sentire spesso. Da Modena, Milano, Mantova e Brescia si alterneranno sui due palchi allestiti al Portobello Road Pub (una delle poche realtà che sostiene la musica in zona): LabradorsChampaaagneTacobellasMonsieur Gustavo BiscottiMalkovicAvocadozHooligans’n’RosesThe Buskers con l’intento di creare una nuova realtà, una nuova musica e una nuova dimensione per i musicisti che vogliono portare le proprie idee e la loro musica in giro per lo stivale. Missione impossibile? Secondo gli organizzatori è solo l’inizio; l’inizio di qualcosa di bello e sicuramente interessante.

 

Questo è l’invito che il LOLLOLLO FESTIVAL fa a tutte le persone che sono curiose, che amano la musica e che sostengono chi fa la Musica, quella vera.

Il Portobello Road Pub di Manerba del Garda è da anni punto di riferimento per chi vuole conoscere e apprezzare nuove sonorità, ed è stata la scelta naturale per la prima edizione di questo festival.

Il 14 luglio, dalle 18.30 fino a mezzanotte troverete questa buona musica, cibo, birra e ottime persone con cui potervi godere il LOLLOLLO FESTIVAL.

BANDE MUSICALI CHIAMATE IN CAUSA:

Labradors – Champaaagne – Avocadoz –  Tacobellas – Malkovic

SUPPORT:

Pixel Brescia – Zero & Zero Shop – Officine Musicali – Black Rose Tattoo Studio

Annunci
Lollollo Festival

Klam – “Non-“

a4191444112_10

Periodo ottimo, questo, per ascoltare nuova musica. E non è per il sole, le belle giornate o come scusa per staccare un momento dallo studio. Semplicemente stanno uscendo cose davvero interessanti.

Mi sono imbattuto nei Klam, band pisana attiva dal 2012 e con diverse pubblicazioni alle spalle. A fine maggio i ragazzi pubblicano NON-, una nuova tappa nel loro percorso musicale che dimostra essere in continua evoluzione e alla ricerca di nuovi confini. Il risultato è un album mistico, atmosferico e sembra indagare quei luoghi intimi che raramente affiorano.

Si inizia con “I stand alone” e da subito ci si immerge nel mood del disco. Le dimensioni che prendono vita sono introspettive in alcuni pezzi e in altri assumono toni onirici, quasi magici, come accade in “Oh! China Girl!“. “Je te trouverai charogne” è lo stacco strumentale, quella pausa nel viaggio che fa sempre riflettere e vedere le cose da una certa distanza. Si arriva a una canzone bellissima, si intitola “Epilectic funeral“. Questa è una colonna sonora.

L’album si conclude con “Lady with a racist charme“, suoni poetici che rimandano un po’ alle composizioni di Angelo Badalamenti. Tutto torna in equilibrio.

Le influenze sono varie, sembrano cambiare da una canzone all’altra e valorizzano ogni titolo di “NON-“. Si ascolta post rock- contaminato dalle atmosfere shoegaze dei synth. I Klam sono una realtà interessante, da non perdere di vista e far conoscere a tutti.

Grazie Fabio, ancora.

Klam – “Non-“